Bark
Beer&BBQ

Presentiamoli subito, Daniel D’Alù e Alice Agostino. “Nice to meet you”. Si, è proprio il caso di dirlo. Perché al Bark i piatti parlano inglese, americano per la precisione. Beer & bbq recita il claim del locale di Gioiosa Ionica (RC), aperto da pochi mesi.

Tutto ruota intorno ad un imponente affumicatore in perfetto stile americano dove cuociono, sotto il diretto controllo di Daniel, con la tecnica ‘Low and Slow American Style’, grossi tagli di carne trattati precedentemente con spezie (dry rub). Cotture tramite affumicatura quindi, con fumo di legna (quello di ciliegio al momento il preferito al Bark) e carbone. La combustione, ci spiega Daniel, crea del fumo aromatico che si deposita sulla parte esterna della carne conferendogli un colore scuro; poi con il calore, mai superiore ai 130 °C, diventa croccante fino ad assomigliare alla corteccia (in inglese bark) di un albero. Si ottiene una texture della pietanza unica, simile a quella delle cotture a basse temperatura, ma con in più il profilo aromatico dell’affumicatura.

La carne passa poi in cucina, nelle mani di Alice. Vocazione la sua, per l’arte culinaria, trasmessagli dalla famiglia fin da piccola e che non l’ha abbandonata negli anni, perfezionandosi seguendo corsi di cucina a Roma, dove ha anche studiato Comunicazione d’Impresa e Marketing&Management. È suo il merito della valorizzazione di quanto esce dall’affumicatore. Suoi sono gli impasti, i condimenti, le salse e la presentazione del piatto. Una cucina autarchica, ci tengono a far sapere: molto di quello che arriva sui tavoli dei clienti è prodotto nel locale e spesso è locale.

È a quattro mani la preparazione dei dolci, non fatevi sfuggire la cheesecake con caramello salato.

L’idea che ci si fa è che la cucina sia un vero cavallo di troia, un gateway per portare i clienti nel meraviglioso mondo delle birre artigianali. Un goloso diversivo per non farti il solito ‘sermone’ su quanto siano buone e belle le craft beer. Se qualcuno chiede una ‘bionda’ c’è pronta una buona chiara artigianale, come la Keller del Birrificio Limen, che non spaventa ma che suscita un’interesse diverso rispetto alla solita birra industriale.
I clienti escono dal locale con una riflessione: “Non ho solo mangiato bene, ma ho bevuto anche altrettanto bene e diverso”.

E intanto al Bark si organizzano aperture di rare botticelle tedesche, oppure una tap takeover anche di birrifici che in Calabria non si sono mai visti e per i quali vale la pena fare qualche km in più del solito.

Daniel è una ‘vecchia’ conoscenza ormai, e sappiamo che è abituato bene, avendo vissuto fin da piccolo nel Lazio e frequentato la viva scena birraria romana. Ha scritto per il nostro sito due resoconti molto interessanti: Beavertown Extravaganza 2017 e Eurhop 2017.

Scena internazionale quindi ma con un occhio alla produzione locale. Alla spina si possono trovare anche birre calabresi ma… “Non attaccherò mai una birra solo perché Calabrese o perché è di un amico […] se non mi piace non passa dai miei rubinetti” ci tiene a dire Daniel, uno stimolo per i birrifici a fare sempre meglio. Antitesi di una gestione disinteressata di proprietari che danno le chiavi del frigo ai distributori che riempono con quello che più gli garba, nella più totale indifferenza di chi dovrebbe essere il diretto responsabile verso il consumatore finale.

Qualche consiglio su cosa assaggiare?
Pulled Pork (spalla di maiale), Pork Ribs (costine di maiale), Brisket (punta di petto di manzo speziato con sale e pepe nero), pietanza principe dell’American Barbecue Texas Style, e il Carletto (doppio hamburger di manzo da 180gr, doppio cheddar fuso, doppio bacon croccante, pomodoro, insalata, ketchup e maionese). Il tutto abbinato a birre rigorosamente artigianali e di qualità, of course.

Enjoy!!!

Bark – Beer & BBQ
Viale delle Rimembranze, 87
89042 Gioiosa Ionica (RC)

 

BeerCalabria 2019

Il 3 Aprile sono stati proclamati i vincitori di BeerCalabria 2019, la prima edizione del concorso regionale calabrese dedicato alle birre artigianali.

La Varchiglia e il Corso di mezzo

Più e più volte, quasi all’infinito, mi sono arrampicata su per Corso Telesio, che divide e corre a metà e in mezzo, nella storica e vecchia città, di età e di aspetto. Un’opera al Teatro…

Cuddrurieddri, panzerotti e vecchiareddre. Un M(a)st delle feste di Natale.

Dal 7 al 6 non ci siamo, siamo in ferie, ci diamo al ‘panza e crianza’. Inizia così il countdown, seduti a tavola da adesso, per alzarsi il prossimo anno. Dal sette dicembre sera, parte il ‘magna…

Beavertown Extravaganza 2017

Ecco il primo (speriamo di una lunga serie) articolo del nostro amico Daniel D’Alù, Homebrewer e beer hunter con la passione per la buona cucina e, naturalmente, il buon bere. Personaggio di cui sentiremo presto parlare…

(S)BRONZI d’autore
a Reggio Calabria

Reggio Calabria è la città dei Bronzi, due bellissime opere d’arte greche ritrovate nel 1972 nei fondali di Riace Marina. Raffigurazioni di due guerrieri, uno giovane e l’altro meno, che i calabresi ricordano anche nell’animazione di…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *