Clan Calabria di Whisky Club Italia in Tour 2018

Tutto ha inizio da un’unica data, programmata molto tempo prima, per ottobre 2018. Poi, invece, Claudio Riva mi comunica che avrebbe potuto dedicare ben quattro giorni alla Calabria. Non mi sono fatto sfuggire l’occasione di avere una delle persone in Italia più qualificate a parlare di Whisky e per tutto questo tempo. Ho organizzato così un tour memorabile: un pellegrinaggio spiritoso che ha coperto quanta più terra calabra.

Ma le idee non si possono attuare se non si conoscono persone altrettanto curiose e appassionate. E sono queste occasioni  la cartina al tornasole delle tue amicizie.

Quattro giorni per un tour tra i whisky dal mondo – Giappone, Scozia e America – in giro per la regione.

18 Ottobre 2018
Officina PAB – Locri – RC
Andrea Filocamo
è una ‘vecchia’ conoscenza. Persona curiosa e bravo birraio, il suo locale è un punto di riferimento sulla costa Ionica. Con dieci spine che, oltre servire le sue produzioni da beerfirm, fanno girare prodotti spesso calabresi. Un esempio di come si dovrebbe lavorare in Calabria.
Andrea aveva già ospitato una serata del Club Whisky Italia, con Claudio, la prima in assoluto. Da lui abbiamo iniziato con i whisky giapponesi.

19 Ottobre 2018
Bottiglieria Pellarese – RC
Vittoria Dorato gestisce, con la famiglia, una splendida enoteca.
Con un primo piano dall’aspetto ‘consueto’, al piano inferiore ci si trova nel paese delle meraviglie: una spaziosissima sala per eventi/degustazioni, un lungo muro carico di distillati e una stanza a temperatura controllata.
Posto unico nel suo genere in Calabria, ma credo anche difficile da trovare in altri posti d’Italia.
Da loro abbiamo degustato whisky scozzesi, concentrandoci anche su aspetti produttivi oltre che del territorio.

20 Ottobre 2018
Tryphé – Spezzano Albanese – CS
Ad aspettarci sono il proprietario Francesco Genovese e, ai fornelli, Francesca Furiati.
Con loro ho organizzato una serata che era nella mia whistlist da tempo: cenare con i distillati. E lo abbiamo fatto con fantastici bourbon. Francesca ha provato e riprovato un menu che è risultato una bella esperienza sensoriale. Tutto questo in una location molto chic.

21 Ottobre 2018
Il Brillo Parlante – Lorica – CS
Qui siamo stati a casa di Alfredo Martire e Antonio Morrone.
La mia idea era di un aperitivo nel loro locale, sulla sponda del lago Arvo. Alfredo mi propose in abbinamento i formaggi di due produttori Calabresi, eccellenze nel mondo caseario, che conosco bene e che mi piacciono molto: SantannaDe Tursi. Produzioni da latte caprino il primo e ovino il secondo. Per l’occasione abbiamo avuto il piacere di avere i casari delle due aziende.
Due formaggi su tutti: l’erborinato dell’azienda Santanna e l’affinato in fieno dell’azienda De Tursi.

Un tour del genere non poteva esimersi dal dare a Claudio un’idea dei tesori calabresi. A Gioiosa Ionica, Villa Naniglio, antica villa romana con una delle rare cisterne di raccolta delle acque, ancora intatta. Bellissima passeggiata nel passato fatta fra un temporale e l’altro che ci ha condotti anche alla Villa di Casignana, altro splendido sito archeologico. D’obbligo a Reggio Calabria la visita al museo che ospita i Bronzi di Riace.

Continuando il nostro tour, di buon mattino abbiamo fatto visita alla signora Baccellieri, dell’omonima cantina, che da perfetta padrona di casa ci ha dato l’opportunità di assaggiare la sua produzione, finendo con gli spettacolari passiti di Greco Bianco di Bianco e Mantonico.
Saltellando da locale in locale, per giungere da Alessandra Ieraci de La Nicchia di Cassandra, nei suoi piatti a base di Stocco di Mammola, fino a Gli Sbronzi di Angelo, Domenico e Delfio, a Reggio Calabria, a bere le produzioni birrarie di Demetrio Crea.

Ma cosa abbiamo assaggiato in questi quattro giorni?
Su diciotto whisky selezionati, vale assolutamente la pena segnalare, – ma giusto per sortire un po’ di sana invidia – lo Yoichi 10 anni, il vecchio imbottigliamento ormai introvabile, proveniente dall’isola di Hokkaido, dalla distilleria più a nord del Giappone. Yoichi fa parte del gruppo Nikka ed è una delle pochissime al mondo che ha gli alambicchi alimentati a fiamma diretta, con carbone.

Il whiskey Hudson Manhattan Rye della microdistilleria Tuthilltown (New York). 100% segale (per la maggior parte proveniente da fattorie locali), maturazione in piccole botti di 4 litri. Affinato sotto l’influenza delle onde sonore di musica che viene diffusa per tutto il tempo di maturazione.

 

Tante cose da raccontare, almeno altri dieci articoli da poter scrivere su tutti i protagonisti di questa avventura.

E Claudio? Pare sia stato il più emozionante tour di Whisky Club Italia! 🙂
E Slainté!!!!

 

Do di Malto Beer Festival 2019

“Do di Malto Beer Festival”Il primo grande evento dedicato alla birra artigianale a Belvedere Marittimo, sabato 22 giugno 2019 dalle ore 12:00 Le passioni alimentano buone idee!Per Giuseppe Salvatore Grosso Ciponte, degustatore e relatore di…

BeerCalabria 2019

Il 3 Aprile sono stati proclamati i vincitori di BeerCalabria 2019, la prima edizione del concorso regionale calabrese dedicato alle birre artigianali.

Corso di degustazione di birra a Catanzaro

CORSO DI DEGUSTAZIONE DI BIRRA firmato Do di Malto a CATANZARO relatore: Giuseppe Salvatore Grosso Ciponte. – date – 07/14/28 marzo 2019 – ore 18:00 – location – Pecco – info e prenotazioni – 320.89.07.707…

Corso di degustazione di birra a Cosenza

Si terrà presso Nu Sushi – Locanda Giapponese, in via Vittorio Veneto 68 a Cosenza, il corso di degustazione di birra di Do di Malto, tenuto da Giuseppe Salvatore Grosso Ciponte, degustatore, relatore birra e…

Eurhop 2017
Resoconto double face

Altro articolo del nostro amico Daniel D’Alù. Un diario personale su una delle manifestazioni birrarie più importanti. Daniel parla della sua esperienza al di qua e al di la del bancone di un festival di…